Privacy Policy

Napoli, calciomercato fermo: effetti da 3°posto

Il Napoli sta a guardare lo scoppiettante calciomercato degli altri. Sono gli effetti del tanto osannato 3°posto in classifica dello scorso campionato. Come sempre, quando è chiamato a disputare i Play off di Champions, De Laurentiis blocca di fatto il calciomercato Napoli in attesa di sapere se gli azzurri accederanno alla fase a gironi della Champions League (e ai suoi 30 milioni d’introiti Uefa).

Se si esclude l’acquisto di Ounas (10 milioni) che andrà a fare di tanto in tanto la riserva di Insigne e Callejon e che peraltro si è già perfettamente integrato nel gioco di Sarri e con i compagni, mostrando più di una buona giocata, e la beffa Berenguer (perso dal Napoli che l’ha tenuto in pugno oltre un mese ma andato al Torino in 2 ore con tanto di firma e ufficialità), il club azzurro è praticamente fermo. Solo voci e nulla più. Peraltro neppure concrete né così tante. Insomma: calma piatta in casa Napoli. La dirigenza azzurra preferisce godersi il fresco di Dimaro e fare da spettatore al calciomercato delle concorrenti della Serie A.



La Juve ha perso Dani Alves (sostituito però con Douglas Costa del Bayern) e soprattutto Bonucci, perno della difesa bianconera e fondamentale in questi sei anni di successi. Chi lo sostituirà al centro della difesa saprà reggere un peso così importante? Per ora sulla carta la difesa titolare della Juve è questa: Benatia, Chiellini e Barzagli o Rugani. Ma non dimentichiamoci l’età di Barzagli e Chiellini che si avviano alla quarantina. Peraltro Giorgione l’anno scorso giocava una partita e 5 no per noie muscolari. Per il resto non è cambiato nulla. Sarà ancora la squadra da battere. L’incognita saranno le motivazioni: le stesse dopo 6 anni di scudetti consecutivi? Non è illogico pensare che ci prepariamo ad un cambio al vertice della Serie A.



La Roma sembra essersi indebolita per ora, sia in difesa, che in attacco. Ha perso Spalletti, Rudiger, Salah e soprattutto Francesco Totti, e ha preso giocatori ex Sassuolo come il suo nuovo allenatore. Difficilmente lotterà per lo scudetto e , forse, neppure per il secondo posto. A scalzarla potrebbe essere il Milan che, con i nuovi proprietari cinesi, ha fatto e sta facendo un mercato sontuoso. Senza dubbio il migliore in Italia. Ha molte possibilità di lottare per i primi 3 posti ed anche per lo scudetto. L’Inter è ancora in attesa di piazzare i colpi prefissati ed ha preso Spalletti e Borja Valero ed ha una rosa più che buona. Per cui è da annoverare anche lei dal 2 al 4 posto, salvo cataclismi nerazzurri anche quest’anno.





E il Napoli? Gli azzurri sono praticamente gli stessi che l’anno scorso sono arrivati terzi. Quindi è impensabile che possano puntare al titolo con la stessa difesa che prende in media 2 gol a partita. In Italia vincono sempre le squadre che subiscono pochi gol. Non basta vincere molte partite con 4, 5 gol. Bisogna imparare a vincere 1-0, come fa la Juventus. Eppure sarebbe bastato rinforzare il reparto difensivo per puntare al titolo con decisione. In quel caso non avrebbe avuto rivali. Che sia una precisa volontà di non vincere?

(51)

Lascia un commento