Privacy Policy

Pepe Reina, il Napoli lo sostituisce con la riserva della Juve

In casa Napoli, dopo una stagione passata a inseguire i rinnovi di punti fermi della squadra come Lorenzo Insigne e Dries Mertens, continua a tenere banco la situazione relativa a Pepe Reina. Il futuro del portiere spagnolo è, infatti, ancora tutto da scrivere.





Nei giorni scorsi l’agente ha parlato di una permanenza fino alla fine del contratto ma le squadre interessate a lui di certo non mancano. Tra i papabili sostituti nelle ultime settimane si è fatta sempre più insistente la voce che vorrebbe in azzurro l’ormai ex romanista Szczesny. Il portiere in quel caso arriverebbe via Arsenal. Lo spazio ai Gunners è, infatti, definitivamente chiuso dal rinnovo di Wenger.




Da un paio di giorni si parla però dell’inserimento della Juventus nella trattativa tra il Napoli e il portiere polacco. Il club bianconero sarebbe disposto ad arrivare a 14 milioni, L’Arsenal continua però a chiedere almeno 16 milioni. In tutta questa situazione va considerata anche la volontà del polacco, che pare abbia chiuso al Napoli per accettare subito il trasferimento alla Juventus dove ci sarebbe un certo Buffon che gli impedirebbe di giocare titolare. Almeno per un anno. Poi dovrebbe subentrare il polacco.



Nel caso in cui Szczesny dovesse approdare a Torino, il Napoli si getterebbe su Neto. De Laurentiis avrebbe già chiesto informazioni per il brasiliano che sarebbe inevitabilmente chiuso da due ingombranti colleghi e relegato a terza scelta.

Il quotidiano La Stampa non ha dubbi sul mercato dei portieri sull’asse Napoli – Juventus. Szczesny seguito per settimane da De Laurentiis, andrà alla Juve liberando così Neto che, invece, si trasferirà alla corte di Sarri.




Questo è l’intreccio di mercato che coinvolge i due club. I bianconeri offriranno un ingaggio da quattro milioni al portiere polacco (il doppio del Napoli) mentre l’ex Fiorentina, chiuso alla Juve da Buffon, andrebbe ad affiancarsi in azzurro a Pepe Reina o addirittura a sostituirlo. Pare infatti che più parti della dirigenza azzurra non confidino più nelle capacità di Reina come numero 1.

(64)

Lascia un commento